• Register

Tutto pronto per ricominciare!

Negli scorsi giorni sono state pubblicate le date d'inizio dei campionati che affronteranno le nostre squadre: La prima squadra inizierà il campionato l'otto ottobre in trasferta contro il Rosta. La prima squadra, ha inoltre iniziato in questi giorni la preparazione atletica, mister Cavagliato sarà supportato da un team preparato: Diego Lombardi e Daniele Surace saranno disponibili per la parte fisica ed atletica. Sichera sarà invece il nuovo vice-allenatore e Marco Grosso sarà nuovamente il preparatore dei portieri, il ruolo da direttore sportivo resta di Alberto Calvo.
Per quanto riguarda il settore giovanile, i Juniores che inizieranno il campionato il 15 ottobre saranno guidati da mister Rosito, gli Allievi scenderanno in campo per la prima volta il 16 ottobre  diretti da mister Simone Surace.

Il sogno finisce ad Asti

Il sogno finisce ad Asti. Ha vinto la squadra che più dell'altra aveva le carte in regola per disputare una categoria superiore, quella che secondo pronostici d’inizio stagione avrebbe dovuto conquistare la promozione diretta in serie B senza troppe fatiche. Il Time Warp lascia il campo dell’Astense senza rimpianti, consapevole cui di aver dato il massimo per cercare di portare a casa la partita che valeva l'accesso alla fase interregionale dei playoff, giocando come gruppo e colmando con la grinta le lacune tecniche nei confronti dell'avversario. Accompagnata da un nutrito gruppo di supporter, la squadra biancoverde non impensierisce i padroni di casa per tutto un tempo: anzi, forse il timore di sbagliare un passo di troppo, limita le azioni di Seminara e compagni che stentano a trovare il giusto ritmo gara. La squadra di Cavagliato avrebbe l'occasione di andare a rete con due contropiedi, ma manca la finalizzazione sotto porta e il primo tempo finisce con due gol di svantaggio. Così, tornati dagli spogliatoi, i biancoverdi provano subito a impensierire gli avversari con il portiere in movimento (prima con Fabbri e poi con Cucinotta), ma nonostante un ottimo possesso palla, le reti non arrivano; anzi per brutto fallo viene espulso Di Muro e di spalanca la strada per l'allungo dei padroni di casa. Con uno sforzo incredibile, trascinati da un Seminara sopra le righe, il Time Warp si rifà sotto (3-2). Tolto il portiere di movimento, ne approfitta Astense e dopo un gol annullato all’esordiente Favole, gli arbitri assegnano un generoso rigore a favore degli ospiti, ma la trasformazione di Seminara non è sufficiente e al triplice fischio un gol separa i biancoverdi dal sogno finalissima (4-3). «Non posso davvero dire nulla ai miei ragazzi - dice Cavagliato, fresco di rinnovo per la prossima stagione -. Forse la squadra non è oggettivamente pronta per un campionato di serie B, ma abbiamo giocato una stagione al di sopra di ogni aspettativa. Siamo partiti per migliorare la posizione dello scorso anno (7) e abbiamo sfiorato palcoscenici nazionali. Il tutto senza dimenticare con quali forze abbiamo centrato questo risultato: per buona parte della stagione ho dovuto fare a meno di pedine importanti, ma i giovani (tra cui mi piace ricordare Panella, Portera, Cossotti, Favole) hanno saputo dimostrare di essere maturi per la serie. Ripartiamo da questo con tanto entusiasmo». E ora un po’ di meritato riposo.

Obbligatorio crederci

La matematica non basta: per essere certi di disputare i playoff validi per la promozione in serie B, il Time Warp Cavallermaggiore deve trovare i tre punti nell'ultima gara della regular season.
«Dobbiamo stare con i piedi per terra, ma soprattutto ricordare qual è il nostro potenziale – dice il patron dei biancoverdi Yoram Anrico, cercando di caricare i ragazzi in vista dell'ultima e decisiva sfida –. Abbiamo fatto bene fin qui: sarebbe un peccato gettare tutto alle ortiche».
Sabato, in trasferta sul campo dello Sportiamo, è andata in scena una gara sostanzialmente equilibrata, dove i ragazzi di mister Cavagliato (nuovamente in panchina dopo aver scontato la giornata di squalifica) hanno gestito il match soprattutto nella fase difensiva, senza riuscire a trovare la via del gol con quella facilità che ha caratterizzato la prima parte della stagione. Forse la benzina è quasi esaurita, ma il Cavallermaggiore deve pescare nella riserva per chiudere brillantemente una stagione vissuta da protagonista.
Gara equilibrata, fino al 20' del secondo tempo: da palla inattiva, lo Sportiamo trova il gol (complice una barriera mal posizionata), cui segue il raddoppio su tiro libero (per fallo di mano di Ferrante, già ammonito e quindi espulso) e l'allungo su rinvio a porta vuota, vista la scelta di giocarsi il tutto pe tutto con il portiere in movimento. C'è tempo ancora per un gol di Cossotti e un altro dei padroni di casa.
«Stiamo attraversando un periodo complicato e sfortunato – dice mister Cavagliato –, ma sono fiducioso: ho visto ragazzi decisi a mettersi subito in discussione, non rassegnati e pronti a dimostrare che il terzo posto non è frutto del caso, ma meritato».

Si vola in finale

Cuore, grinta e orgoglio.
Sono questi, per ammissione dello stesso allenatore, gli ingredienti che hanno permesso al Time Warp di battere tra le mura amiche di Cavallermaggiore un avversario tecnicamente più quotato come l'Emmeffe, conquistando così il biglietto valido per la finale regionale playoff, che sabato si disputerà sul difficilissimo campo dell'Astense, unica squadra alla quale i biancoverdi non sono mai riusciti a strappare i tre punti.
Sabato scorso, al fischio finale, il Pala San Giorgio si è trasformato in una bolgia: il tanto pubblico venuto a sostenere Seminara e compagni ha potuto battere più forte sui tamburi a sottolineare un traguardo storico per la società del presidente Yoram Anrico.
Nel primo tempo, con la squadra di Cavagliato attenta in fase difensiva, il Time Warp subisce comunque due reti: dopo il momentaneo vantaggio siglato da Cucinotta, le marcature sono di Pennisi e dai dieci metri, su tiro libero, di Licciardi.
Nella ripresa, la squadra di casa, nonostante le tante occasioni degli avversari, riesce a far sua la gara grazie ad un ottimo gioco corale. Su pressione dei biancoverdi, la retroguardia ospite perde la palla e Ferrante è abile a punire alla prima occasione utile. Agguantato il pareggio, l'Emmeffe riesce però a riportarsi avanti con una staffilata di Ongari a cui risponde a Minchillo.
Cucinotta regala ai tifosi di Cavallermaggiore il gol che vale la finale (4-3), a cui seguono le marcature di Di Muro e Fabbri, che sfruttano il gioco con portiere in movimento degli avversari che lascia sguarnita la porta. «È il giusto coronamento per una stagione giocata con intensità – dice Cavagliato –. Per la prima volta, ho potuto contare su tutti i miei uomini, senza squalifiche o infortuni. Sono molto orgoglioso di ciascuno di loro. Ora pensiamo ad Asti: sfatiamo anche questo tabù per regalare a società e tifosi l'accesso alla fase nazionale».

Passo falso

Testa alla prossima gara, decisiva per assicurarsi matematicamente l'accesso ai play off. La sconfitta contro il Fustal Savigliano, maturata al termine di una gara altalenante, deve essere archiviata dai biancoverdi di Cavallermaggiore: la squadra di Cavagliato, dopo una stagione vissuta nelle prime posizioni della classifica, non può permettersi un altro passo falso prima del termine della regular season.
Contro Granata e compagni, il Time Warp deve fare a meno di capitan Seminara (squalificato) e del mister (allontanato dal campo nella gara contro l'Astense), ma recupera Di Muro e Cucinotta.
Forse complice il fattore campo, il gioco dei biancoverdi stenta a decollare: mancano i passaggi rapidi, i movimenti senza palla e l'invenzione sotto porta. Ma, nonostante questo, sono proprio gli ospiti a trovare per primi la via del gol con Cucinotta, cui replica subito Granata, fulcro del gioco dei padroni di casa.
Sarà ancora Cucinotta a riportare in avanti i biancoverdi, che allungano le distanze con un tiro libero trasformato da Minchillo (dopo averne sprecato un altro sempre con Cucinotta). Da segnalare anche una bella giocata, finita sulla traversa, di Panella.
I ragazzi di Cavagliato (per l'occasione accompagnati in panchina da Rosito e Borio) perdono la bussola nel secondo tempo: assieme al calo fisico, crolla anche l'attenzione della retroguardia e così da alcune azioni "innocue" traggono vantaggio i padroni di casa, cinici nello sfruttare tutte le ghiotte occasioni che li si presentano.
Così, Granata va a segno altre quattro volte, cui si aggiungono le marcature di Gerbaudo (pregevole la sua azione sul lungo taglio dal centrocampo).
«Abbiamo perso contro un avversario agguerrito – dichiara a fine gara il patron dei biancoverdi Yoram Anrico –. Il Fustal ha giocatori di spessore, come appunto Granata, ma non per questo dobbiamo demoralizzarci. Ora, con serietà e umiltà, affrontiamo le prossime sfide».
Sabato, la gara contro lo Sportiamo (in trasferta).

Classifica

Team
Points
1 L 84 25
2 Saints Pagnano 23
3 Real Cornaredo 22
4 Videoton Crema 19
5 Città di Asti 15
6 Lecco 14
7 Domus Bresso 14
8 Aosta 10
9 Time Warp 9
10 Elledi Carmagnola 8
11 Rhibo Fossano 6
12 Bergamo La Torre 3

Menu principale

Sponsor